Navigation Menu+

Repressology – RPR#13

Posted on apr 10, 2015 by in Repressology | 0 comments

Evidenza

In anni di digging ho individuato due filosofie di pensiero sulle repress: l’integralismo della prima stampa e il collezionismo più conciliante.

I puristi non amano l’idea che un disco venga ristampato, non impazziscono per le raccolte e vi guarderanno con sufficienza quando gli mostrerete la vostra copia fresca di stampa di una cosa che loro probabilmente hanno acquistato almeno 20 anni fa.

C’è poi una seconda categoria di entusiasti del vinile, forse più ampia, per cui i discorsi di principio valgono poco di fronte alle seconde possibilità, specie quando puoi portarti a casa un bel disco ad 1/20 del prezzo inflazionato di discogs.

Questa rubrica parla con passione e senza troppi tecnicismi al secondo gruppo, a chi deve centellinare i fondi destinati ai dischi, a chi era troppo giovane o troppo distratto back in the days, e a tutti quelli che in generale considerano le repress un accettabile compromesso morale.

Welcome to Repressology

_______________________________
#RPR13

DISCO BOOGIER

VA – French Disco Boogie Sounds

( Favourite Recordings / FVR101LP )

Nel panorama delle ristampe direi che il repertorio disco / boogie francese sta riscuotendo un discreto successo. Qualche tempo fa avevamo parlato di Benjamin Vidal e della raccolta Disco Sympathie ( RPR#10 ), stavolta il contributo arriva dal misterioso Charles Maurice e dalla sua collezione personale.

Dieci chicche disco e boogie prodotte in Francia tra il 1975 e il 1984, esemplificative della contaminazione graduale che la scena pop francesce stava sperimentando in quel periodo ad opera della disco americana. Hit in potenza, sono brani che probabilmente avevano le carte vincenti per conquistare i dancefloor, ma che in qualche modo sono passate in maniera trasversale senza lasciare il segno e a cui ora la Favourite rende giustizia.

Forse la copertina poteva essere un pelo più classy, ma ormai mi sono arresa alla regola non scritta che vuole intimamente legata la disco nella sua accezione più ampia ad ammicanti nudità femminili. C’est la vie.

Grab!

_____________________________________________________

VA LARONTE

VA – Laronte

( BPM / BPM001 )

Pare che i giapponesi siano uno di quei popoli a cui riesce semplicissimo eccellere e questa ristampa è l’ennesima testimonianza della superiorità nipponica, qui virata in ambito house. Se già la recente retrospettiva Rush Hour dedicata a Soichi Terada aveva aperto a chi scrive e a molto altri una finestra sul fantastico mondo della deep house giapponese, Laronte ora allarga il campo d’azione introducendo “nuovi” nomi.

E’ il 1991 quando Hisa Ishioka, con la collaborazione della King Street Sounds, lancia la BPM Records. La Ronte fu il primo EP ad essere pubblicato dalla BPM e univa tracce di glorie locali a quelle di alcuni produttori americani.

Ristampato ora su doppio LP deluxe, Laronte è deep/ambient house sinuosa e sognante, tra melodie celestiali e texture pastose. Ci sono un sentimento e una profondità che da troppo non si trovano nella maggior parte della presunta deep house moderna. Chiamatemi nostalgica, ma questa è una raccolta da avere.

Grab

___________________________________________________

COMPLETE OBLIQUE

E.g Oblique Graph ‎– Complete Oblique

( Vinyl On Demand / VOD31 RE)

Dieci anni dopo la prima ristampa e in una tiratura limitata di 300 copie numerate, torna disponibile su VOD Complete Oblique, l’opera omnia pre Muslimgauze dell’inglese Bryn Jones. Presenti i 3 nastri usciti su Kinematograph Tapes e il 7” pubblicato sulla Recloose Organization dei Bourbonese Qualk, tutti prodotti tra il 1981 e il1983.
E.g Oblique Graph è molto diverso da Muslimgauze: mancano le ritmiche ipnotiche, le suggestioni mediorientali e l’impegno politico apertamente dichiarato nei titoli. Qui è tutto più minimalista e lugubre, stratificazioni synth spigolose e fosche molto industrial.

Grab!

_______________________________________________________

LUPIN 3

You & The Explosion Band – Lupin III The Third Album

( Victory US / V 37073 )

Terzo capitolo di una serie di cinque album dedicata alla ost delle avventure del ladro più celebre degli anime giapponesi, Lupin. La colonna sonora originale fu interamente composta ed arrangiata dal musicista Yuji Ohno e pubblicata in più volumi tra il 1978 e il 1981.

Qui Ohno suona con la nuova formazione, You & The Explosion Band, e il risultato è un album bellissimo tra jazz e soul dal forte sapore orientale e occasionali note tropicali.

Grab!

_________________________________________________________

VIDEOCLIPS

Videoclips – Deutsche Amouren

( Private Records / Steyrer Disco 18027 )

I Videoclips erano il side project della band Krautrock Nine Days Wonder, ma è difficile recuperare informazioni attendibili. Sul sito della Private ne parlano come di un oscuro duo synth wave / post punk tedesco e in effetti Deutsche Amouren è più riconducibile ad un ambito wave piuttosto che Kraut.

Stampato a Mennheim nel 1982, è un album che presenta generose dosi di synth ’80 tendente al cheesy, ritmiche meccaniche sincopate e cantato scabro in lingua madre. Limited edition di 300 copie ( n.d.r. 150 stampate su vinile rosso) con cover artwork fedele all’originale di Michael Bund e note interne.

Grab

__________________________________________________

chopping2

Chuck Cirino – Chopping Mall

( Waxwork / WW005 )

“Un gruppo di amici decide di trascorrere la notte in un supermercato, ma sulle loro tracce ci sono tre guardie robot andate in cortocircuito a causa di un malfunzionamento e pronte ad uccidere…”

Chopping Mall è un classico B-movie horror anni ’80 di Jim Wynorski. Carino, ma non eccezionale, quello che per me fa la differenza è la colonna sonora di Chuck Cirino. Con il main theme è stato subito amore: è una bomba che parte gorgogliante e minacciosa ed evolve electro con chitarra stridente e aperture graduali, per poi smussarsi completamente in un finale a sorpresa. Tutto in 2:44.

Considerando che la maggior parte dell’ost consiste in variazioni ad hoc del tema principale, sapete cosa aspettarvi. Anche quando il ritmo decresce, rimane costante una vena pulsante e sinistra che evoca la follia omicida dei robot impazziti.

Grab!

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>