Navigation Menu+

Natural Neon

Posted on gen 29, 2014 by in CI PRIAce, Cipria Mood | 0 comments

4

Cipria goes to Venice| Generator Hostel| Party Rinviato al 07.02.14

L’idea di questo Neon Party ci conquista follemente forse anche per la componente bambina che solletica in noi l’oggetto che si illumina al buio. Ricordate lune, stelline, e pianeti adesivi da appendere alle pareti di camera per sentirsi, spente le luci e accomodate le coperte, un po’ nel profondo spazio? Era più facile così sognare, contare le stelle doppie volte, sentirsi astronauti in avventurose esplorazioni Nasa.

Ma questo fascino per il “Glow-in-the-dark” crescendo, ammettiamolo, non s’interrompe. Sarà che si tratta di una componente raramente incontrabile nel nostro quotidiano, ma ne siamo così sicuri? Pensate alle lucciole nei boschi ombrosi di luglio, all’incanto morbido delle meduse che ipnotizzano l’acqua, ai minerali reagenti ai raggi uv, alle sponde mistiche di India e Maldive che si accendono nel plancton di azzurre scintille, ai bagliori estrosi e limpidi delle aurore boreali, al cuore folgorato di rosa della Nebulosa di Orione. In natura la nostra artificiale fluorescenza prende il nome di bioluminescenza, e sotto forme vive tutte da svelare. Tra scansioni al microscopio di tessuti connettivi che sembrano pennellate impressioniste o pattern che vorremmo indossare, anemoni di mare che rilucono incantatrici degli abissi, piante di eucalipto che, a corteccia persa, svelano colori fluo da cui l’età risulta interpretabile, o batteri che creano mosaici azzurri quasi psichedelici, sarete d’accordo con Cipria nell’affermare che la natura è la più grande insegnante d’arte.

Cipria goes to Venice| Generator Hostel| Party Rinviato al 07.02.14

1 2 3 5 (2) 6 7 8 9 (2) 10 11 (2) 12 OLYMPUS DIGITAL CAMERA 14 15 16 17

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>